L’autenticazione di firma consiste nell’attestazione, resa dal funzionario incaricato, che la sottoscrizione in calce al documento è stata apposta in sua presenza, previo accertamento dell’identità della persona che sottoscrive.
L’entrata in vigore del D.P.R. 28/12/2000 n. 445, ha notevolmente ridotto l’obbligo di autentica di firma, disponendo che le sottoscrizioni di istanze o dichiarazioni da produrre alla Pubblica Amministrazione o ai gestori di pubblici servizi (Enel, Iren, Telecom ecc.) non devono più essere autenticate. E’ sufficiente firmare davanti al funzionario dell’ente incaricato a ricevere la pratica o inviate allegando la copia fotostatica di un documento di identità valido.
La legge dispone che i funzionari comunali possano autenticare solo firme apposte su atti (domande, istanze, dichiarazioni) diretti agli organi della pubblica amministrazione, a gestori di pubblici servizi, a privati per la riscossione da parte di terzi di benefici economici (ad esempio delega alla riscossione) o su dichiarazione sostitutive dell’atto di notorietà da presentare a privati.
Qualora gli atti o documenti sui quali si chiede l’autenticazione della sottoscrizione siano redatti in lingua straniera, deve essere allegata una traduzione in lingua italiana certificata conforme al testo straniero dalla competente rappresentanza diplomatica o consolare, ovvero da un traduttore ufficiale.

Iter:
L’interessato deve presentarsi personalmente all’Ufficio Relazioni con il Pubblico munito di un documento valido. La firma deve essere apposta in presenza del funzionario incaricato da persona maggiore di età e capace di intendere e volere. Se l’interessato all’autentica è:
– minorenne, la sottoscrizione deve essere effettuata da chi esercita la potestà o dal tutore;
– interdetto o incapace di intendere , la sottoscrizione deve essere effettuata dal tutore;
– analfabeta o impedito fisicamente, è il funzionario incaricato che provvede all’autentica attestando l’impedimento a firmare, senza bisogno di testimoni.
Se la persona è impossibilitata a recarsi all’Ufficio Relazioni con il Pubblico è prevista la possibilità, da parte di un agente della Polizia Municipale di recarsi al domicilio del cittadino per raccogliere la firma. In questo caso un familiare dovrà presentarsi all’ufficio suddetto munito del documento da firmare per sottoscrivere la richiesta.
In base all’uso per cui si chiede l’autentica di firma essa può essere soggetta all’imposta di bollo. In questo caso il costo a carico del cittadino ammonta a Euro 15,14 (Euro 14,62 per marca da bollo più Euro 0,52 di diritti di segreteria). Nel caso in cui l’autentica sia esente da bollo il costo è limitato al solo diritto di segreteria di 0, 26 euro.

NORMATIVA
D.P.R. 26/10/1972 n. 642 (Tabelle A e B)
D.P.R. 28/12/2000 n. 445

DOVE RIVOLGERSI
Ufficio Servizi Demografici c/o U.R.P. –  Ufficio Relazioni con il Pubblico
Corso Umberto I° n. 22  – 42018  San Martino in Rio (RE)
Tel:  0522/636702
Fax:  0522/636745
E-mail: urp@comune.sanmartinoinrio.re.it
P.E.C.: sanmartinoinrio@cert.provincia.re.it