Si acquista automaticamente nei seguenti casi:

NASCITA
– è cittadino italiano il figlio di padre e/o madre italiani
– chi è nato nel territorio della Repubblica Italiana da genitori ignoti o apolidi

ADOZIONE
– lo straniero minore di età adottato da cittadino italiano

RICONOSCIMENTO DI PATERNITA’ O MATERNITA’ E FILIAZIONE
– nel caso in cui il riconoscimento o la dichiarazione giudiziale della filiazione avvenga quando il figlio è minore di età
Può essere richiesta dal cittadino straniero che rientri in uno dei seguenti casi:
1) cittadino straniero discendente in linea retta da cittadini italiani per nascita:
– se presta servizio militare per lo Stato Italiano o assume pubblico impiego alle dipendenze dello Stato e dichiara preventivamente di voler acquistare la cittadinanza
– se al raggiungimento della maggiore età risiede legalmente da almeno due anni in Italia e dichiara entro un anno di voler acquistare la cittadinanza italiana
2) cittadino straniero nato in Italia ed ivi residente legalmente fino alla maggiore età e dichiara entro un anno di voler acquistare la cittadinanza
3) cittadino straniero che risiede in italia da almeno tre anni e è discendente in linea retta da cittadini italiani per nascita oppure che è nato in Italia:
4) straniero maggiorenne adottato da cittadino italiano residente legalmente in Italia da almeno 5 anni, dalla data dell’adozione
5) straniero che ha prestato servizio alle dipendenze dello Stato Italiano per almeno cinque anni
6) cittadino straniero appartenente ad uno Stato membro della Comunità Europea residente legalmente da almeno 4 anni senza interruzioni;
7) cittadino apolide o rifugiato politico residente legalmente in Italia da almeno 5 anni senza interruzioni;
8) cittadino straniero extracomunitario residente legalmente in Italia da almeno 10 anni senza interruzioni;
9) cittadino straniero coniugato con cittadino italiano residente legalmente in Italia da almeno 6 mesi o, in alternativa, residente all’estero dopo 3 anni dalla celebrazione del matrimonio;

Nei casi 1 e 2 e la dichiarazione deve essere resa all’Ufficiale di Stato Civile del comune di residenza in Italia, o al consolato in casi di residenza all’estero.
Nei casi da 3 a 9 la richiesta della cittadinanza deve essere presentata alla Prefettura competente per territorio o, se residenti all’estero, all’autorità consolare.
La domanda su modello disponibile presso l’Ufficio cittadinanza, completa della documentazione richiesta, sarà trasmesso a cura della Prefettura al Ministero dell’Interno.
Il decreto di concessione viene notificato all’interessato e trasmesso per conoscenza al Comune di residenza dalla Prefettura competente per territorio. Entro 6 mesi dalla data della notifica deve essere prestato il giuramento di fedeltà alla Repubblica e alle leggi dello Stato, rendendolo all’Ufficiale dello Stato Civile che lo trascriverà nel registro di cittadinanza unitamente al decreto, disponendo l’annotazione a margine dell’atto di nascita.

MODULISTICA
Modello richiesta art.5 (stranieri coniugati con italiani)
Modello richiesta art. 9 (naturalizzazione)

NORMATIVA
Legge 5/2/1992 n. 91
DPR 12/10/1993 n. 572
DPR 18/4/1994 n. 362
DPR 3/11/2000 n. 396

DOVE RIVOLGERSI
Ufficio Stato civile c/o U.R.P. –  Ufficio Relazioni con il Pubblico
Corso Umberto I° n. 22  – 42018  San Martino in Rio (RE)
Tel:  0522/636705
Fax:  0522/636745
E-mail: statocivile@comune.sanmartinoinrio.re.it
P.E.C.: sanmartinoinrio@cert.provincia.re.it

PREFETTURA DI REGGIO EMILIA
Ufficio Cittadinanza
Corso Garibaldi, 59 Reggio Emilia
Tel. 0522 458432
Orari: dal lunedì al venerdì dalle 10,00 alle 12,00
martedì e giovedì dalle 15,00 alle 17,00