Il passaporto è un documento di identità personale che consente l’ingresso in qualsiasi paese straniero riconosciuto dal Governo Italiano, salvo le limitazioni previste dalla legge. Il passaporto può essere rilasciato a tutti i cittadini italiani fin dalla nascita e senza limitazioni di età.
La normativa sul rilascio del passaporto dispone la possibilità di presentare la domanda:
– in Italia: alla Questura di competenza o all’Ufficio distaccato di Pubblica Sicurezza o in mancanza di questi al Comando locale dei Carabinieri o presso il Comune di residenza;
– all’estero: presso le Rappresentanze Diplomatiche o Consolari.

Il passaporto ordinario rilasciato a partire dal 04/02/2003 (data di entrata in vigore della L. 16/01/2003, n. 3) è valido 10 anni. Chi risulta titolare di passaporto rilasciato in base alla precedente normativa può richiedere che la validità sia prorogata per un periodo complessivamente non superiore a 10 anni.

La validità annuale del passaporto è data dall’applicazione di una marca di concessione governativa da Euro 40,29 nel caso in cui il paese di destinazione non appartenga all’Unione Europea mentre non è necessaria se il paese visitato è uno dei seguenti: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.
Non è necessario applicare annualmente la marca da bollo se il passaporto non viene utilizzato. La marca deve essere annullata con timbro dell’Ufficio Postale e una volta applicata scade sempre in coincidenza con la data del rilascio del passaporto.

A partire dal 26/10/2006 potranno entrare o transitare negli Stati Uniti d’America per turismo o affari, fino ad un massimo di 90 giorni, usufruendo del programma “Visa Wainer Program” senza necessità di visto:
1) i titolari di passaporto a lettura ottica rilasciato o rinnovato prima del 26/10/2005;
2) i titolari di passaporto con foto digitale rilasciato fra il 26/10/2005 e il 26/10/2006;
3) i titolari di passaporto elettronico emesso a partire dal 26/10/2006
Si ricorda che i minori potranno beneficiare del Visa Wainer Program solo se dotati di passaporto individuale, non essendo sufficiente la loro iscrizione sul passaporto dei genitori.

Il passaporto idoneo all’ingresso negli U.S.A. deve avere una validità residua di almeno 6 mesi oltre il periodo di permanenza previsto.

Chi è in possesso di un passaporto privo dei requisiti sopra indicati dovrà munirsi di visto d’ingresso o richiedere il rilascio di un nuovo passaporto.
Si consiglia comunque di consultare sempre i seguenti siti internet:
www.usembassy.it/cons
www.travel.state.gov/vwp.htlm
www.viaggiaresicuri.mae.aci.it
o di rivolgersi presso l’Agenzia che organizza il viaggio.

A partire dal 12/01/2009 coloro che intendono recarsi negli Stati Uniti d’America usufruendo del “Visa Wainer Program”, dovranno richiedere obbligatoriamente un’autorizzazione al viaggio ESTA (Electronic System for Travel Authorization). L’autorizzazione va ottenuta prima di salire a bordo del mezzo di trasporto, aereo o navale, in rotta verso gli Stati Uniti.

A partire dal 25/11/2009, con la conversione in legge del D.L. 135/2009, è prevista l’obbligatorietà del passaporto individuale pertanto è eliminata la possibilità di iscrizione dei minori sul documento del genitore. Il passaporto avrà una validità di tre anni per i minori da 0 a 3 anni e una validità di cinque anni per i minori compresi tra i 3 e i 18 anni. Restano valide tutte le iscrizioni effettuate prima dell’entrata in vigore delle nuove disposizioni normative fino alla scadenza del passaporto sul quale sono riportate e, qualora il passaporto del genitore sia ancora valido, sarà possibile l’inserimento della sola fotografia all’atto del compimento del decimo anno di età del minore già iscritto.

PRIMO RILASCIO
La richiesta per il rilascio del passaporto può essere predisposta o dall’Ufficio Relazioni con il Pubblico presentandosi personalmente o, in caso di minorenni, accompagnati da entrambi i genitori o dal tutore, o andando direttamente in Questura.
E’ indispensabile esibire la seguente documentazione:
– documento di riconoscimento valido;
– n. 2 fotografie formato tessera uguali cm 4 x cm 4, recenti, frontali con capo e fronte scoperti su sfondo bianco (non verranno accettate foto scure, sbiadite, digitali, di profilo, con volto coperto o con espressioni, troppo ravvicinate o distanti) N.B. la foto deve raffigurare il volto fino all’altezza delle spalle;
– versamento di Euro 42,50 sul conto corrente postale n. 67422808 intestato al Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del Tesoro, indicando come causale “importo per rilascio del passaporto elettronico”. Il versamento può essere effettuato presso tutti gli uffici postali;
– n. 1 marca di concessione governativa per passaporti da Euro 40,29;
– fotocopia della carta d’identità
– sottoscrizione della dichiarazione di non essere sottoposti ad alcune delle cause ostative al rilascio del passaporto di cui all’art. 3 lettere b),d).e).f) della Legge 21/11/1967 n. 1185 e successive modificazioni.
Se il soggetto richiedente ha figli minori il rilascio del documento è soggetto all’assenso dell’altro genitore, anche nel caso in cui sia intervenuta separazione o divorzio tra i coniugi. Il genitore che dà l’assenso dovrà presentarsi all’Ufficio Relazioni con il Pubblico munito di documento di riconoscimento, se la firma non viene apposta innanzi al Pubblico Ufficiale incaricato, allegare fotocopia di un documento d’identità
Se il soggetto richiedente è vedovo con figli minori non necessita di alcuna autorizzazione in quanto risulta titolare esclusivo della potestà sulla prole.
E’ richiesta l’autorizzazione del Giudice Tutelare competente per residenza dei minori solo nel caso in cui l’altro genitore non conceda il proprio assenso.
I minori di anni 10 possono ottenere il passaporto individuale, il cui uso è subordinato alla condizione che viaggino in compagnia di uno dei genitori o di chi ne fa le veci, oppure che venga menzionato sul passaporto o su una dichiarazione, rilasciata da chi può dare l’assenso o l’autorizzazione, a termini dell’art. 3 lettera a) della L. 21/11/1967 n. 1185, il nome della persona, dell’ente o della compagnia cui i minori medesimi sono affidati.

RINNOVO
Occorre presentarsi personalmente presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico o presso la Questura con i seguenti documenti:
– passaporto in scadenza;
– marca di concessione governativa da Euro 40,29 nel caso il richiedente faccia esplicita richiesta di utilizzare il passaporto per espatrio in un paese extra Unione Europea;
Se il soggetto richiedente ha figli minori è necessario l’assenso dell’altro genitore o, in mancanza, quello del Giudice Tutelare. Per vedovi o unico esercente la patria potestà detto atto non occorre.

RILASCIO A SEGUITO DI SMARRIMENTO O FURTO
L’interessato dovrà presentarsi con la stessa documentazione prevista per il primo rilascio e con la denuncia di furto o smarrimento rilasciata dall’autorità di Pubblica Sicurezza .

Dal 26/04/2010, in ossequio al recepimento della normativa europea, i passaporti rilasciati dalla Questura di Reggio Emilia dovranno recare all’interno del relativo microchip le impronte del titolare del documento. Pertanto gli utenti, che si sono  rivolti al Comune per la compilazione della richiesta, dovranno necessariamente recarsi di persona presso l’Ufficio Passaporti. E’ consigliato fissare appuntamento per assunzione impronte digitali presso gli uffici della Questura di Reggio Emilia e compilare direttamente la domanda, attraverso l’indirizzo di posta elettronica sul sito https://www.passaportonline.poliziadistato.it.
I minori di dodici anni non dovranno fornire l’impronta digitale. Tutti i passaporti rilasciati anteriormente alla data del 26/04/2010 restano comunque validi, nonostante manchino del nuovo elemento identificativo.

L’art. 45 del D.P.R. 28/12/2000 n. 445 ha disposto che i dati relativi al cognome, nome, luogo e data di nascita, cittadinanza e residenza attestati in documenti di riconoscimento in corso di validità, abbiano lo stesso valore probatorio dei corrispondenti certificati.

NORMATIVA
Legge 21/1/1967 n. 1185 e successive modificazioni ed integrazioni

DOVE RIVOLGERSI
U.R.P. –  Ufficio Relazioni con il Pubblico
Corso Umberto I° n. 22  – 42018  San Martino in Rio (RE)
Tel:  0522/636705
Fax:  0522/636745
E-mail: statocivile@comune.sanmartinoinrio.re.it
P.E.C.: sanmartinoinrio@cert.provincia.re.it

GIUDICE TUTELARE (per il rilascio dell’autorizzazione)
Tribunale di Reggio Emilia
Via Paterlini, 1 Reggio Emilia
Tel. 0522/510611 (centralino)

QUESTURA
Ufficio Passaporti
Via D. Alighieri, 10 – Reggio Emilia
Tel. 0522/458581