Ro Marcenaro: un artista altruista

ro marcenaro san martino in rio

La generosità della famiglia Marcenaro:
tutta la produzione del celebre artista sarà donata al Comune, affinché sia disponibile di tutti

Martedì 6 luglio gli amici di una vita si sono stretti alla famiglia di Ro Marcenaro che, a circa un anno dalla morte, hanno commemorato la memoria dell’artista, “scrittore e regista, straordinario illustratore appassionato di politica, pioniere del cartone animato, anarchico e libertario capace di andare sempre controcorrente”, come lo hanno ricordato ieri il giornalista Salvatore Giannella e il fumettista Sergio Staino, nel corso di una cerimonia pubblica organizzata dal nostro Comune, dove Ro viveva.

L’annuncio della famiglia di donare l’immenso patrimonio artistico e culturale di Ro Marcenaro “affinché le sue opere non si disperdano, ma diventino fruibili dagli addetti ai lavori e dal grande pubblico” è stata confermata dal sindaco Paolo Fuccio, il quale ha spiegato che “è iniziata una importante interlocuzione tra le istituzioni, la Regione Emilia Romagna e il Ministero della Cultura”, di cui si è fatto promotore il consigliere regionale Andrea Costa insieme all’assessore regionale alla Cultura Mauro Felicori, il quale in una lettera inviata alla famiglia ha sottolineato “il massimo interesse della Regione Emilia Romagna per la conservazione e la valorizzazione culturale dell’archivio, anche in considerazione della legge, attualmente allo studio, per la creazione di una rete regionale di case d’artista”.

Si annuncia quindi un importante lavoro di catalogazione, archiviazione e digitalizzazione che permetterà di conservare intatto nel tempo il genio artistico di Ro Marcenaro, scrittore, regista, straordinario illustratore considerato tra i pionieri del cartone animato, che ha saputo manifestare, con tratto ironico e visionario, il suo impegno sociale e civile contro ogni forma di intolleranza e degenerazione del potere.

Era palpabile l’emozione della moglie Augusta e dei figli Umberto e Francesca, accolti dal sindaco Paolo Fuccio e dall’assessore alla Cultura Matteo Panari. Tanti anche gli artisti che hanno voluto testimoniare alla famiglia il loro affetto per Ro nel giorno dell’anniversario della sua nascita (6 luglio 1937), come Lido Contemori, Luca Novelli, Guido De Maria, Fausto Oneto organizzatore del premio per fumettisti U Giancu di Rapallo, il regista Marco Poma, il musicista Sergio Sghedoni, l’editore Maurizio Bardi, il critico d’arte Sandro Parmiggiani, Caterina Coluccio docente dell’Accademia di Belle Arti di Bologna, l’imprenditrice Marialina Marcucci, il direttore dell’Istituto storico Parri di Bologna Luca Alessandrini nonché presidente dell’associazione “Salviamo la Costituzione”, e i collaboratori Alessandro Marani, Roberto Bartolucci, Elena, Andrea e David di Cartobaleno, Lara e Marcella di Melazeta, Vania Valentini, Lorenzo Malinverni.

 

La famiglia

Gli estratti degli interventi:






 

Gli ospiti

 

La Rocca illustrata e il pubblico

 

La mostra RicordeRÒ è aperta fino al 3 ottobre 2021 con i seguenti orari:
sabato 10/12.30
domenica 10/12.30 e 15.30/18.30
agosto chiusa

locandina

info:
biblioteca@comune.sanmartinoinrio.re.it
museo@comune.sanmartinoinrio.re.it