Pista ciclabile: parte longitudinale della strada, opportunamente delimitata, riservata alla circolazione dei velocipedi.

La pista ciclabile può essere realizzata:

a) in sede propria, ad unico o doppio senso di marcia, qualora la sua sede sia fisicamente separata da quella relativa ai veicoli a motore ed ai pedoni, attraverso idonei spartitraffico longitudinali fisicamente invalicabili;

b) su corsia riservata, ricavata dalla carreggiata stradale, ad unico senso di marcia, concorde a quello della contigua corsia destinata ai veicoli a motore ed ubicata di norma in destra rispetto a quest’ultima corsia, qualora l’elemento di separazione sia costituito essenzialmente da striscia di delimitazione longitudinale o da delimitatori di corsia;

c) su corsia riservata, ricavata dal marciapiede, ad unico o doppio senso di marcia, qualora l’ampiezza ne consenta la realizzazione senza pregiudizio per la circolazione dei pedoni e sia ubicata sul lato adiacente alla carreggiata stradale.

Sono principalmente tre i vantaggi che la rete di piste ciclabili produce:

• SICUREZZA STRADALE
Chi già abitualmente usa la bicicletta ha bisogno di percorsi sicuri . Gli incidenti che vedono i pedoni e i ciclisti come vittime sono un numero troppo elevato, e tale da disincentivare l’uso del mezzo più ecologico che esista. San Martino attualmente possiede una dotazione largamente insufficiente di ciclabili e spesso quelle che esistono sono inadeguate e non collegate fra loro

• RIDUZIONE DELL’INQUINAMENTO
Un’auto percorrendo un kilometro di strada emette nell’atmosfera mediamente 200 grammi di anidride carbonica. Purtroppo troppo spesso usiamo l’auto per percorsi brevi, inferiori ai 5 km. Se, per sei mesi all’anno, 100 studenti che oggi vanno a scuola in macchina accompagnati dai loro genitori, percorrendo fra andata e ritorno circa 5 km, utilizzassero la pista ciclabile, avremmo un risparmio di circa 14 tonnellate all’anno di anidride carbonica. Oggi al contrario creiamo, specialmente nelle ore di entrata e uscita da scuola intasamento alla circolazione, pericoli di incidenti e di inquinamento. Domani risparmieremmo tonnellate di Co2, che è il gas serra che più contribuisce a determinare il riscaldamento globale del pianeta.

• RISPARMIO ENERGETICO
Se questi 100 studenti, andassero a scuola in bicicletta si risparmierebbero in un anno 7200 litri di benzina o gasolio, e rimarrebbero nelle tasche dei loro genitori circa 11.000 Euro in più.