Nuovi adempimenti legati al PAIR individuati dalla DGR

In adempimento a quanto stabilito dalla direttiva europea 2008/50/CE (pdf495.18 KB) relativa alla qualità dell’aria ambiente e per un’aria più pulita in Europa e dal decreto legislativo 155/2010 (pdf172.08 KB)emanato in sua attuazione, le Regioni hanno il compito di predisporre ed approvare i Piani regionali di qualità dell’aria, con l’obiettivo principale di individuare azioni concrete per il risanamento della qualità dell’aria e la riduzione dei livelli di inquinanti presenti sui territori regionali.

 

Il Piano Aria Integrato Regionale (PAIR 2020) dell’Emilia-Romagna è stato approvato con deliberazione dell’Assemblea Legislativa n. 115 dell’11 aprile 2017 (pdf637.42 KB)ed è entrato in vigore il 21 aprile 2017. Il PAIR2020 prevede di raggiungere entro il 2020 importanti obiettivi di riduzione delle emissioni dei principali inquinanti rispetto al 2010: del 47% per le polveri sottili (PM10), del 36% per gli ossidi di azoto, del 27% per ammoniaca e composti organici volatili e del 7% per l’anidride solforosa) che permetteranno di ridurre la popolazione esposta al rischio di superamento del limite giornaliero consentito di PM10, dal 64% al 1%.

ecco i nuovi adempimenti legati al PAIR individuati dalla DGR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *